//
you're reading...
Cronaca

UN KHAN AL GUINZAGLIO

UN KHAN AL GUINZAGLIO – IL CAPO DELLA POLIZIA DI NEW YORK E IL NANO DELL’ELISEO SI CONOSCONO DA ANNI: SULL’HUFFINGTON POST IL RAPPORTO “PRIVILEGIATO” SARKOZY-KELLY, NATO QUANDO NICOLAS ERA MINISTRO DELL’INTERNO, CHE SAREBBE COSTATO CARO A DSK – DAL VERTICE DEL NYPD NESSUNA SANZIONE PER LA FUGA DI NOTIZIE CONTRO L’UOMO CHE AVREBBE POTUTO CACCIARE DALL’ELISEO IL MAGGIORDOMO DI CARLÀ…

Simona Verrazzo per “Libero

Il capo della polizia di New York sarebbe un caro amico del presidente francese Nicolas Sarkozy, il quale gli avrebbe fatto un favore arrestando Dominique Strauss-Kahn e mettendo così fuorigioco il principale rivale dell’attuale inquilino dell’Eliseo alle presidenziali del 2012.

Fantapolitica? Non tanto, se a rilanciare la teoria del complotto – mai tralasciata in Francia – è nientemeno che l’Huffington Post, giornale on-line di proprietà di Aol, gigante dei servizi Internet, e fonte sempre molto ben informata su quanto avviene dietro le quinte della gente che conta negli States. Il capo della polizia di New York, Ray Kelly, non sarebbe per nulla intervenuto per fermare la fuga di notizie che hanno fatto apparire al resto del mondo Strauss-Kahn sotto una pessima cattiva luce.

Ma questo è il minimo, perché il vero scoop è un altro: Kelly, scrive l’Huffington Post, è un amico del presidente francese Sarkozy, il quale con questo scandalo si è visto venire meno il più grande ostacolo lungo la strada che porta alla rielezione all’Eliseo.

Non accuse, perché l’amicizia non è reato, ma certo che qualche dubbio -su un arresto che in molti in Francia definiscono a orologeria – viene. L’autore dell’articolo è Leonard Levitt, giornalista investigativo con una grande esperienza alle spalle, dall’agenzia di stampa Associated Press, tra le più grandi al mondo, al quotidiano newyorkese Newsday, per il quale dal 1995 al 2005 ha scritto la rubrica “OnePolice Plaza”, tutta interamente dedicata al New York City Police Department.
L’argomento quindi lo conosce bene.

Levitt ha osservato che Kelly aveva reagito con severità a fughe di notizie in casi precedenti, ordinando inchieste che avevano messo nei guai vari funzionari suoi colleghi. Stavolta, invece, di fronte al passaggio alla stampa di dettagli come il ritrovamento di sperma geneticamente compatibile con Strauss- Kahn non si è scomposto più di tanto, manifestando un disappunto che appare al giornalista soltanto di facciata. A questo il cronista dell’Huffington Post aggiunge che Kelly ricevette nel 2006 la Legion d’Onore francese per meriti di antiterrorismo.

L’onorificenza, rara e prestigiosa, gli venne direttamente dalle mani dell’allora ministro dell’Interno Sarkozy, che in seguito lo ha invitato a Parigi. E in Francia Kelly va spesso, per recarsi alla sede dell’Interpol, a Lione. Levitt non trae conclusioni sulla conoscenza “speciale” che lega Kelly e Sarkozy, lasciando aperta ogni ipotesi. Con questa incognita la teoria del complotto, ai danni di Strauss-Kahn, prende sempre più corpo.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: