//
you're reading...
Crisi Economica

Analisi di un governo tecnico: misurare la distanza tra i singoli ministri ed il mondo della finanza.

GOVERNO TECNICO!

Con Corrado Passera (Intesa) e Francesco Profumo (Unicredit) & C. abbiamo al governo i consigli di amministrazione dei due più grandi gruppi bancari privati italiani.

Francesco Profumo, ministro dell’Istruzione.

Curriculum.

1) 2007 al 2009 è stato membro del Consiglio di Amministrazione del Sole 24 Ore;

2) dal 2008 al 2010 è stato membro del Consiglio di Amministrazione di Unicredit Private
Bank;

3) dal Febbraio 2011 è membro del Comitato Consultivo Divisionale Private Banking di
UniCredit Banca;

4) Chairman del G8 University Summit 2009, che è tenuto a Torino nel Maggio 2009;

5) membro dell’Advisory Board del Fondo Innogest e di Reply s.p.a.

Esilarante la Home Page del sito del Fondo Innogest con una sintesi della policy sul conflitto d’interessi:

SINTESI DELLA POLICY IN TEMA DI GESTIONE DEI CONFLITTI D’INTERESSE

SINTESI DELLA POLICY IN TEMA DI GESTIONE DEI CONFLITTI D’INTERESSE

Piero Gnudi, ministro del Turismo e dello Sport.

Curriculum.

Membro del Consiglio di Amministrazione Unicredit;

Membro del Comitato Remunerazione Unicredit;

Altre cariche attualmente ricoperte:

  • Presidente del Consiglio di Amministrazione di Emittenti Titoli S.p.A.
  • Membro del Consiglio di Amministrazione de Il Sole 24 Ore S.p.A
  • Membro del Consiglio di Amministrazione di Alfa Wassermann S.p.A.
  • Membro del Consiglio di Amministrazione di D & C Compagnia di Importazione prodotti Alimentari, Dolciari, Vini e Liquori S.p.A.
  • Membro del Consiglio di Amministrazione di Galotti S.p.A.
  • Presidente del Collegio Sindacale di Marino Golinelli & C. S.a.p.a.
  • Vice Presidente di Consorzio Alma
  • Membro del Consiglio di Amministrazione di ACB Group S.p.A.
  • Membro del Consiglio di Amministrazione di Ferrero, Gnudi, Guatri, Uckmar

Altre cariche precedentemente ricoperte:

  • Presidente del Consiglio di Amministrazione di ENEL S.p.A.
  • Presidente di ENEL DISTRIBUZIONE S.p.A.
  • Presidente di Enel Cuore Onlus
  • Amministratore Delegato di Carimonte Holding S.p.A.
  • Vice Presidente e Membro del Comitato Esecutivo di UniCredit Banca d’Impresa S.p.A.
  • Membro del Consiglio di Amministrazione di UniCredit Banca S.p.A.
  • Presidente del Consiglio di Amministrazione di Dalmazia Trieste S.r.l.
  • Presidente di IRI S.p.A.
  • Membro del Consiglio di Amministrazione di ENI S.p.A.
  • Presidente di Astaldi S.p.A.
  • Presidente di Locat S.p.A.

Corrado Passera, ministro dello Sviluppo Economico.

Curriculum.

Incarichi operativi ricoperti:

1980-1985        McKinsey&Co
1985-1990        CIR – Direttore Generale (dal novembre 1988)
1988-1995        Credito Romagnolo – Vice-Presidente
7/1990-5/1991   Arnoldo Mondadori Editore – Direttore Generale
5/1991-9/1992   Gruppo Espresso-Repubblica – Vice Presidente e Amministratore Delegato
9/1992-7/1996   Olivetti – Co-Amministratore Delegato
7/1996-1/1998   Banco Ambrosiano Veneto – Amministratore Delegato e Direttore Generale
2/1998-4/2002   Poste Italiane – Amministratore Delegato
5/2002-12/2006 Banca Intesa – Amministratore Delegato e Chief Executive Officer
1/2007-             Intesa Sanpaolo – Consigliere Delegato e Chief Executive Officer

Altre attuali cariche:
RCS MediaGroup – Milano Membro del Consiglio di Amministrazione
Università Bocconi – Milano Membro del Consiglio di Amministrazione
Scuola Normale – Pisa Membro dell’Advisory Board
Fondazione Cini – Venezia Membro del Consiglio Generale
Wharton School – Philadelphia Membro dell’International Advisory Board

Elsa Fornero, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Curriculum.

vice presidente del Consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo.

Corrado Clini, ministro dell’Ambiente.

Curriculum.

Discussione

2 pensieri su “Analisi di un governo tecnico: misurare la distanza tra i singoli ministri ed il mondo della finanza.

  1. Eh, Roberto, la soluzione vera costa troppo, e pochissimi sono disposti ad affrontarne le conseguenze.
    Del resto ogni classe politica o Governo, è stato ben attento a mantenerci in bilico, mai sotto del tutto, ma sempre con l’acqua alla gola. In questo modo scatta il meccanismo mentale dell’accettare una sofferenza reale, ma conosciuta e nota, rispetto all’incognita del cambiamento che potrebbe essere più doloroso all’inizio, ma porterebbe ad un miglioramento sensibile. Parlo della “zona di confort” dove non è detto si stia bene, ma dove ci si sente al sicuro. Il cambiamento diventa inevitabile quando la sofferenza nella zona di confort supera la paura del cambiamento…e loro ci tengono costantemente sotto quella soglia. Forse stavolta non ci riusciranno e in questo senso la “crisi” attuale potrebbe rivelarsi positiva per il sistema Paese nel futuro.

    Pubblicato da Luciano | 17 novembre 2011, 11:12
    • Esattamente! E’ proprio questo IL problema.
      E su questo do pienamente ragione a Paolo Rossi Barnard, abbiamo perso DEFINITIVAMENTE la voglia di cambiare.
      E’ vana qualsiasi discussione.
      Anche se ti dai da fare impiegando tutto il tuo tempo libero per approfondire temi, reperire informazioni; anche se porti le prove provate dei meccanismi che ci rendono schiavi sotto il naso delle persone…la risposta normalmente è che intanto non c’è nulla da fare.
      Per fortuna c’è la coscienza.
      Io non ho la più pallida idea se riuscirò a contribuire ad un cambiamento. Probabilmente no. Ma avrò fatto il possibile.
      Alle volte mi rendo conto che mi pongo dei limiti. Potrei fare di più.

      Pubblicato da robertogoldin | 17 novembre 2011, 13:00

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: