//
you're reading...
Crisi Economica

Il Partito Democratico – Basta andare solo oltre il velo dell’apparenza.

Il Partito Democratico – Basta andare solo oltre il velo dell’apparenza.

Il PD.

Ditemi cosa si riesce a capire di questo partito.

Sul sito del partito c’è l’Intevista a Filippo Taddei. Chi è?

Filippo Taddei

Filippo Taddei

Responsabile economico del PD. Ripeto, il responsabile economico del PD. Tra le mille e mille figure di spicco nella scena anche internazionale dell’analisi macroeconomica, il PD ha scelto Filippo Taddei. Un motivo ci sarà.

Nel suo curriculum: Docente di economia alla Johns Hopkins University SAIS e ricercatore del Collegio Carlo Alberto.

Cos’è il Collegio Carlo alberto? Leggiamolo sul sito ufficiale:

“The Collegio Carlo Alberto is a joint venture of the Compagnia di San Paolo and the University of Torino. Its mission is to foster research and education in the social sciences.”

Proviene quindi da un Think Tank che, come espressamente dichiarato all’art. 3 dello Statuto della Fondazione, si prefigge:

lo scopo di promuovere, gestire e potenziare, in unità d’intenti con l’Università degli Studi di Torino, la ricerca e l’alta formazione nell’ambito delle scienze economiche, politiche e sociali, nonché in aree disciplinari affini.

Le scienze politiche e sociali del PD sono un prodotto scientifico di un istituto di credito.

Se non sei un coglione, caro elettore del PD, devi renderti conto di questa realtà. Svegliati dal rassicurante torpore ideologico, e prendine atto.

Il PCI non esiste più. Non esite.

C’è invece questa cosa qua, il PD.

Appena scosti il velo rosso dell’apparenza socialista trovi questi giovani allevati, formati, istruiti da banche.

Una cosa completamente pilotata dal settore del credito e della finanaza, ovvero da chi ha interessi specifici e diretti riguardo il ridimensionamento del ruolo politico del Governo.

Il PD è in sostanza una lobby già al governo.

Vi invito a leggere l’articolo. Non è necessario avere una particolare conoscenza, ve lo assicuro. E’ al tempo stesso esilarante e deprimente.

Riguardo al cuneo fiscale, Renzi intende agire sull`Irap per le imprese e sull`Irpef per i lavoratori. Quanto potrebbe costare questo intervento e come potrebbe essere coperto?

[…]La riduzione dell `Irap di cui ha parlato il presidente del Consiglio è del 10% e vale circa 2,3-2,5 miliardi.

Ma che cazzo ce ne facciamo di 2,5 miliardi…

Quanto dovrebbe finire in tasca ai lavoratori, e perché non parla di dipendenti?

[…]Con questo piano di riduzioni pensiamo di restituire circa 500 euro l`anno. Non gli cambierà la vita ma di certo lo aiuta. Per una famiglia, con figli e in cui due persone lavorano, avere 500 curo in più all`anno può fare la differenza.

HAHAHA…due persone che lavorano in famiglia…

Ma le clamorose bugie e pressapocaggini del versante sociale sono ripagate con una efficienza e determinatezza sul versante del conflitto d’interessi.

Il decreto Bankitalia, sul quale pende anche un atto formale della UE al quale però non darei molta importanza, favorisce in prima istanza proprio la San Paolo:

Suddivisione quote di partecipazione in Bankitalia

Suddivisione quote di partecipazione in Bankitalia

Partecipanti al capitale

Bankitalia ha prodotto un documento che relaziona il metodo adottato per il ricalcolo, Dividend Discount Model:

Stima del valore delle quote della BI – Dividend Discount Model a due fasi

Stima del valore delle quote della BI – Dividend Discount Model a due fasi

5,9 miliardi.

Roberto

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: